20 gennaio 2009

Accedere Alla Linux Box, Quando si è Dimenticata la Password Root

Alzi la mano, chi almeno una volta non ha imprecato, per aver dimenticato la password di root.

Questo Spiacevole inconveniente non è raro per chi si approccia a Gnu/Linux, per la prima volta, specie nei primi mesi di utilizzo di Gnu/Linux. Personalmente questa scocciatura
mi è capitata un bel po' di volte, non perché dimenticassi con frequenza la password di root, ma perché ai tempi delle versioni 8, e 9, della Red Hat, mi capitava un fatto curioso.

Dopo la laboriosa(più che altro per la scelta dei pacchetti da installare)installazione del sistema, al login, molto spesso non mi veniva riconosciuta la password di root(tranquilli era quella esatta)che dire una bella seccatura.

Adesso dopo avervi raccontato le mie "disavventure" è meglio passare al nostro caso, cioè cosa fare dopo avere dimenticato la password di root.

Avviamo il nostro pc normalmente e facciamo caricare il boot, sino alla fine della del menu.

Dopodiché premiamo il tasto e.

Se in un multi boot scegliamo il sistema(quello in cui avete dimenticato la password) e facciamolo caricare, dopodiché premiamo ancora il tasto e.

Alla fine dell' output che ci appare scriviamo semplicemente

single

che ha il significato di "accesso a singolo utente".

Diamo invio, e si avvierà la shell con i privilegi root.

Nella shell appena aperta diamo questi comandi

mount -o remount, rw /
mount -avt nonfs, noproc, nosmbfs

poi avviamo un editor per modificare la password

vi /etc/passwd

dove va eliminata la x dopo root:
nella seguente riga root:x:0:0:root:/root:/bin/bash

avviamo nuovamente vi con

vi /etc/shadow

dove eliminiamo dopo root:
la seguente stringa casuale nella riga seguente

root:xjhdrtklfjjhcbstrv:15756:0:99999:5:::

Adesso riavviamo il sistema, e prepariamoci a accedere all' utenza senza nessuna password da digitare.

Normalmente è sempre possibile crearla quando riteniamo più opportuno, e cerchiamo di non
dimenticarcela più, almeno quella root.

Nessun commento: