28 settembre 2008

Benvenuto Gnome 2.24


Ecco il nuovo rilascio dello GNOME Desktop versione 2.24.
Lo GNOME Desktop viene rilasciato ogni sei mesi senza stravolgimenti profondi al sistema, ma con la garanzia delle correzioni dei bug trovati nella precedenti relese e aggiunte di nuove applicazioni che garantiscano migliorie richieste dagli stessi utenti dello GNOME tra i quali troviamo:


Emphaty
un client di messaggistica istantanea Empathy supporta anche conferenze audio e video XMPP/SIP come sui dispositivi Nokia N800/N810 (il video richiede l'installazione dei codec H.263 per GStreamer). Empathy è un ottimo "partner" di Ekiga, il client SIP di GNOME.

Ekiga 3.0
Ekiga è un programma per GNOME per conferenze audio/video su protocollo SIP, oltre a un'iterfaccia ora imperniata sulla propria rubrica e la presenza dei contatti, Ekiga 3.0 dispone di supporto alla presenza SIP, monitoraggio della linea PBX, miglior supporto ai codec video (H.264, H.263+, MPEG-4 e Theora), video accelerato, schermo intero opzionale e molti miglioramenti lato SIP per delle conferenze sicure.

Una piccola utility per tenere traccia del tempo
forse veramente poco utile almeno a mio parere.

Gestione della vista file migliorata
la gestione vista contiene tre viste tra cui la vista combatta, per abilitare la vista combatta semplicemente selezionare dal menu visualizza combatta o tramite tastiera con CTRL+3
le altre due viste sono icone ed elenco.

Gestione a TAB del gestore di file
la modalità esplorazione del gestore di file supporta ora le schede, per passare rapidamente da una directory all'altra all'interno di una singola finestra di esplorazione.

Nuovi Plugin per la Deskbar
la deskbar dispone ora di nuovi entusiasmanti plugin: una calcolatrice, ricerche attraverso Google (anche attraverso Google Codice), suggerimenti da Yahoo! e Wikipedia e la possibilità di inviare aggiornamenti a Twitter.

Un Nuovo Controllo per la Risoluzione dello Schermo
nella versione 2.24 sono stati aggiornati i controlli per la risoluzione dello schermo, adesso utilizza la nuova specifica XRandR 1.2 di X.Org, questo dialogo permette agli utenti di impostare facilmente i singoli schermi in diverse configurazioni. A ogni monitor viene associato un nome che compare nell'angolo superiore sinistro dello schermo per indetificarlo facilmente.
Le modifiche vengono applicate immediatamente, senza richiedere alcun riavvio della sessione.

Nuovo supporto ai temi sonori
il suono ora è gestito tramite libcanberra che implementa la specifica di Freedesktop.org. È possibile ora installare temi sonori proprio come i temi di icone. Tramite libcanberra inoltre si evita che un avviso sonoro emesso da un'applicazione vada a interferire con il riproduttore audio o video, consentendo di lasciare attivi durante l'ascolto di musica o la visione di un film a tutto schermo solo gli avvisi sonori importanti.

Temi e Grafica Migliorati
sono stati aggiunti temi è molti wallpapers attraenti creati direttamente dagli utenti tramite un concorso indetto appositamente per questa relese.

Migliorie per L'usabilità
varie migliorie per la tastiera, per il mouse, che per i lettori di schermo. Il supporto ai dispositivi braille e testo-a-parlato è stato ampiamente perfezionato per le applicazioni Java, OpenOffice.org, Mozilla Thunderbird, Pidgin e per il pannello e l'esploratore di manuali di GNOME. Gli utenti sono messi a conoscenza della presenza di dialoghi senza focus quando si passa ad un'applicazione.

Ci sono anche interessanti novità per quanto riguarda il Mobile
con GNOME 2.24 viene rilasciata per la prima volta la piattaforma di sviluppo
GNOME Mobile. La piattaforma GNOME Mobile è il cuore tecnologico di molte piattaforme per dispositivi mobili basati su Linux come Maemo, la ACCESS Linux Platform, la piattaforma LiMo, Ubuntu Mobile, Moblin e Poky.

19 settembre 2008

Python Scrivere File sia in Memoria che su Hard Disk

Un esempio che apre e scrive il classico file in buffer di memoria

txtfile = open("txtfile", "w")
txtfile.write("file in buffer di memoria")
txtfile.close()

txtfile = open("txtfile", "r")
txtfile.readline()


invece un esempio che apre e forza con flush la scrittura su Hard Disk

txtfile = open("txtfile", "w")
txtfile.write("Scrivo il file su Hard Disk")
txt.close()
txtfile = open("txtfile", "r")
txtfile.flush()

se credete che sia stato scritto un file fantasma non vi resta che andare a sbirciare nella directory di python.

10 settembre 2008

Ped Text Editor per PyS60


Quanti sviluppano, o hanno sviluppato applicazioni per cellulari o palmari in genere sanno che è molto frustante fare del coding con i piccoli tastierini in dotazione agli stessi.
Ma se amate Python è vi diverte creare "piccole" applicazioni per la serie S60 con l'ambiente di sviluppo PyS60, allora c'è un ottimo editor che rende molto meno traumatico fare del coding direttamente dal cellulare.

Sto parlando di Ped nella versione 2.17-final.sis che io stesso uso spesso con il mio fedelissimo Nokia 6630 quando sono lontano dal computer. Ecco una veloce ma non esauriente introduzione all'editor Ped assumendo che sia già installato, una volta aperto il menù scorriamo il tasto navy sino a trovare l'icona di Ped, apriamo l'editor e ci apparirà una schermata introduttiva con il riepilogo della versione stessa dell'editor installata, e la versione in uso sul cellulare del runtime Python.

Premete il tasto Opzioni e troviamo il menù File dove si può scegliere se creare un nuovo file(New) oppure aprire(Open) uno creato precedentemente, poi troviamo la shell(Python Shell) che apre la shell Python, poi ancora (Run Script) che ci permette di mandare in esecuzione uno script Python.

Poi ancora più sotto troviamo (Settings) settaggio che premendo seleziona ci fornisce una serie di parametri che possiamo configurare tramite delle tab che sono:

  • Text Font: che ci permette di scegliere tra 14 tipi di font
  • Editor Color: ci permette di cambiare il colore del testo nel nostro editor, tra i quali troviamo il Black, Red, Green, Blue che è quello che ci propone di default e il Purple
  • Shell Color: che ha gli stessi colori sopra citati per l'editor, ma che di default ci propone il colore Green
  • Orientation: impostato su automatic
nella tab Text ci sono due parametri
  • Page Size: grandezza della pagina con impostazione di default a 8
  • Indentation size: con impostazione tipica degli editor python settato a 4 caratteri di indentazione come default
poi nella tab File c'è l'encoding del testo impostato di default a utf-8, ma che possiamo tra quattro encoding che sono:
  • ascii
  • latin-1
  • utf-8
  • utf-16
poi abbiamo ancora Autosave(salvataggio automatico del testo)che di default è impostato su off ma che ci permette di scegliere una volta su on, una serie di parametri:
  • 30 secondi
  • 1 minuto
  • 2 minuti
  • 5 minuti
  • 10 minuti
l'ultima tab del menu e MISC(miscellanea) che ha un solo parametro attivabile con on è disattivabile con off, che è Ask for arguments che altro non è che specie di help per argomenti che di default è su off.

Ed in fine ci sono altre due voci(che non potevano mancare)Help che ci permette di leggere un corposo file di aiuto in testo semplice con relative indicazioni sulla licenza(una BSD)e l'autore dell'editor stesso ed in fine Exit.

Concludo dicendovi che indubbiamente Ped è il più dinamico maneggevole è comodo editor free per sistemi S60 che io abbia provato su cellulare, assolutamente da provare.

9 settembre 2008

Includere File Css nell'Html

Non sono qui con questo post a voler reinventare la "ruota" con lezioni su HTML o su tag deprecati che non dovremmo usare nel nostro codice(visto che nemmeno l'autorevole W3C e compatto su cosa dovremmo usare, es:HTML5 vs XHTML)per poterci fregiare dei tanto ambiti bannerini di codice standard compliance che vediamo a fondo pagina in tanti siti in giro per il web.

Per questo in rete ci sono siti che queste tematiche le insegnano nel più standard dei modi, a mio modestissimo parere uno su tutti ritengo sia HTML DOG di Patrick Griffiths.
Il mio post vuole essere un "inizio" di una specie di taccuino degli appunti su quanto riesco ad apprendere sul web design con layout css, e poterne condividere con chiunque lo voglia sia i lavori positivi(se qualcosa di positivo ci sarà)che le critiche, che se fatte in modo sincero sono le più costruttive per chi(come me) vuole imparare qualcosa di nuovo.
Siete i Benvenuti!


I css sono inseriti nel codice html o xhtml in vari modi. Il suo modo "naturale" di inserire delle regole css nell'html è di metterlo tra la coppia di tag <head> e </head>
come l'esempio sotto.

Questo metodo e detto foglio di stile incorporato



<html>
<head>
<title>css incorporato</title>
<style type="text/css">
{regole body }
{regole col-centrale }
{regole links }
{regole pie-di-pagina }
{altre regole }
</style>
</head>
</html>



un'altro metodo e quello detto in-line che viene chiamato in questo modo per il
fatto di essere inserito direttamente nei tag html in questa maniera che vedia mo qui sotto



<p style="color: red; background: yellow;">Io sono un testo rosso su sfondo giallo</p>



comunque e bene ricordare che il metodo in-linea viene sconsigliato perché più
che una regola css vera e propria è un attributo html simile al tanto odiato tag font.

Questi che state per vedere sono i metodi più apprezzati e consigliati nella maggior parte dei tutorials che trattano css sia nei libri che sul web.

Questo è il metodo css esterno un file .css linkato nel corpo html nel seguente modo



<html>
<head>
<title>css linkato</title>
<link rel="stylesheet" type="text/css" media="screen" href="file.css" />
</head>
</html>



e doveroso spiegare che qui c'è un nuovo attributo media="screen" che è "intercanbiabile" a secondo del media a cui il file .css è destinato.

Ecco un esempio completo dei media che css supporta

braille dispositivi braille(per ciechi)
embossed stampanti braille(per ciechi)
print stampanti
screen monitor dei computer
projection proiettori
aural lettori vocali
tv televisori
all tutti i tipi di media
tty dispositivi a caratteri(terminali) oramai in disuso

l'ultimo dei metodi di importazione di un file .css è la regola @import che va inserita sempre nei tag <head> e </head> all'interno dei suoi tag <style> e </style> ma che deve precedere qualsiasi altra regola linkata ai file .css esterni nel seguente modo che vediamo qui sotto




<html>
<head>
<title>regola @import</title>
@import url("file.css");
<link rel="stylesheet" type="text/css" media="screen" href="file.css" />
<link rel="stylesheet" type="text/css" media="print" href="file.css" />
</head>
</html>


è con questo ho concluso.
Spero di essere stato abbastanza chiaro e di non avervi annoiato.